woman with red lipstick on


Nome dato alle lesioni cutanee causate dall’infezione stafilococcica di un follicolo pilifero colpito dalla seborrea.
Il termine è stato impropriamente attribuito anche a dermatosi diverse per natura e per aspetto e che non sempre comportano la lesione del follico pilifero e sebaceo: acne cachecticorum (varietà di tubercolite), acne sebacea concreta (sporcizia dei vecchi), acne sifilitica (sifilide secondaria), acne vaioliforme di Bazin (Molluscum contagiosum di origine virale), acne atrofica di Chausit (varietà di lupus eritematoso).

Acne giovanile

La forma di acne più frequente è quella polimorfa volgare o giovanile. Colpisce i due sessi tra i 16 e i 18 anni, e migliora verso i 25 anni. E composta in proporzioni variabili da un miscuglio di comedorti, o punti neri (acne a comedoni), di papule peripilifere (acne papulosa), di pustole (acne pustolosa), di follicoliti fortemente suppurate (acne foruncolosa), di follicoliti profonde con indurimenti tra carne e pelle (acne tuberosa o nodulare). Generalmente considerata benigna, benché molto antiestetica, l’acne può causare notevoli ripercussioni psichiche. Lascia cicatrici indelebili nelle ragazze neuropatiche che “tormentano senza sosta i loro brufoli”. Quest’acne giovanile ha un andamento irregolare; procede spesso a ondate dovute a disturbi digestivi, a stitichezza e a disordini endocrini.

Acni professionali

L’acne clorica è causata dai vapori del cloro allo stato nascente, ed è caratterizzata dal volume dei suoi comedoni. Il tricloronaftalene provoca forme acneiche molto pruriginose e con molti comedoni. L’acne della pece si forma sulle spalle. L’acne degli oli minerali (brufolo d’olio) colpisce gli operai metallurgici.

Acne da medicamenti

L’assunzione di medicamenti può determinare manifestazioni acneiche. Gli ioduri possono provocare l’acne, mentre i bromuri ne sono più raramente la causa; l’acne bromica interessa il viso e il dorso, che si coprono di foruncoli di notevoli dimensioni (3-5 cm di diametro) di colore rosso intenso. L’A.C.T.H. e il cortisone provocano delle cheratosi follicolari reversibili. L’olio di cade, dopo ripetute applicazioni, può causare l’improvvisa comparsa di distese acneiche.

Altre varietà

Si possono osservare diversi tipi clinici.

L’acne cheloidea è dovuta a un’eccessiva tendenza fibrosa. Si forma sulla nuca, esclusivamente nell’uomo giovane ma, nei due sessi, può essere localizzata sulla parte anterosuperiore del torace.

L’acne necrotica è appannaggio esclusivo degli uomini di oltre 40 anni, sedentari e troppo ben nutriti. E localizzata sulle tempie e sui bordi del cuoio capelluto, e produce cicatrici indelebili.

L’acne conglobata, molto più rara, colpisce gli uomini giovani. E formata da comedoni voluminosi e da rilievi suppurati che poi si trasformano in briglie cicatriziali estremamente antiestetiche.

L’acne ipertrofica (rinofima) insorge lentamente nell’uomo colpito da acne rosacea tra i 40 e i 50 anni. Il naso, rosso o viola, aumenta di volume e si deforma in parte o totalmente; è cosparso di pustole e solcato da grosse dilatazioni varicose venose particolarmente antiestetiche. Inoltre, il rinofima dà predisposizione agli epiteliomi.

L’acne rosacea su pelle secca è una prerogativa delle donne fra i 30 e i 45 anni. Viene favorita dai pasti troppo rapidi e dalla stitichezza; procede a ondate provocate dal gran caldo, dal vento oppure dalle emozioni. Consiste in numerose papule e papulo-pustole disseminate su una eritrosi facciale di sfondo. A questo si aggiunge una rete di fini dilatazioni capillari che costituiscono la couperose it.wikipedia.org.

L’acne rosacea su pelle grassa è comune ai due sessi e a tutte le età. E formata da vere pustole acneiche, disseminate su un tegumento facciale congestizio e seborroico.

L’acne neonatorum (acne del neonato) è rara. Può durare parecchi mesi. Sembra che si possa farla rientrare nel quadro delle manifestazioni endocrine precoci, dissociate e transitorie.

Acne – Trattamento

Il trattamento generale tende a risolvere provvisoriamente le fermentazioni intestinali (limitazioni nel consumo del pane fresco e delle sostanze che contengono fecola) e a neutralizzarli (carbone, fermenti lattici, benzonaftolo). L’instabilità vagosimpatica, che è una norma nell’acne rosacea, giustifica i sedativi e i regolatori neurovegetativi. I vaccini antistafilococcini migliorano l’acne foruneolosa. La terapia ormonale esige il parere di un endocrinologo, come pure il trattamento a base di tetraciclina, efficace in alcune forme di acne specie se somministrata precocemente it.wikipedia.org
Il trattamento locale dell’acne giovanile consiste in applicazioni alternate di zolfo e di alcool iodato, e in esposizioni ai raggi solari. L’attinoterapia (ultravioletti) ha una buona azione, ma di breve durata. 
Le forme congestizie e irritabili e l’acne rosacea su pelle secca, non migliorano che con le nebulizzazioni e con le compresse d’acqua con ittiolo. L’acne cheloidea della nuca necessita di depilazioni ripetute fatte con le pinzette. I metodi esfoliativi delicati (peeling) si devono riservare alle acni a piccoli elementi su pelli grasse. Le acni indurite vengono migliorate dalla doccia filiforme. La crioterapia (neve carbonica o neve allo zolfo o allo iodio) è benefica per le acni con couperose, come anche per l’acne cheloidea. Può tornare utile persino la psicoterapia, quando il dermatologo accerta che i disagi emotivi costituiscono un’aggravante del fenomeno. Vi sono anche rimedi cosiddetti naturali a base di erbe, ma prima di utilizzarli è opportuno consultare il medico.

Rate this post